Sub morti, sequestrata attrezzatura dalla barca di Andrea Mortone

Cotinuano le indagini sui sub morti domenica 10 agosto. Oggi, 5 settembre, si sta provvedendo alla ricostruzione dei drammatici attimi, tramite i piccoli computer subacquei che i tre sub avevano con loro

Continuano le indagine per cercare di comprendere cosa sia successa quella fatidica domenica, datata 10 agosto, che è costata la vita a Fabio Giaimo, Enrico Cioli e Gianluca Trevani. Oggi, 5 settembre, si sta provvedendo alla ricostruzione dei drammatici attimi, tramite i piccoli computer subacquei che i tre sub avevano con loro, durante l’immersione.

I tecnici dovrebbero, infatti, riuscire a ricostruire cosa realmente sia accaduto nelle acque dell’isola della Formiche. Si attendono notizie anche dalla Liguria, dopo gli accertamenti effettuati sulle scatole nere e solo l’11 settembre si avrà il risultato sul funzionamento dei compressori. Nella giornata di ieri, invece, sono state sequestrate alcune attrezzatura dalla barca di Andrea Mortone, iscritto al momento sul registro degli indagati, insieme al collaboratore Maurizio Agnaletti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

Torna su
PerugiaToday è in caricamento