Giustizia è fatta... sette anni dopo: violentò e massacrò di botte una ragazza appena conosciuta, condanna esemplare

Condanna a sette anni per violenza sessuale e lesioni aggravate. Quella terribile notte violentò e massacrò di botte una giovane conosciuta qualche ora prima in un locale

Sette anni di condanna per violenza sessuale e lesioni aggravate. E' quanto stabilito dai giudici del primo collegio presieduto da Mautone (a latere Pazzaglia e Noviello) nei confronti di M.C., il benzinaio 31enne che la notte a cavallo tra il 23 e il 24 dicembre del 2011, violentò e picchiò brutalmente una giovane ragazza, conosciuta qualche ora prima in discoteca. Il pm Giuseppe Petrazzini, al termine della requisitoria, aveva chiesto per l'imputato sette anni e sei mesi. Per la parte civile - la giovane con l'avvocato Matteo Giambartolomei e  i genitori di lei con l'avvocato Paradisi - i giudici hanno stabilito una provvisionale di 50mila euro. 

Un processo lungo sette anni.  Il processo a carico del presunto aggressore parte, ma dall'udienza preliminare alle prime due udienze dibattimentali, passano tempi biblici. Poi un colpo di scena: cambia il collegio dei giudici e viene disposto un lunghissimo rinvio per permettere di riformare il nuovo organo giudicante. Questioni che hanno allungato di non poco le fasi del processo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Esprime soddisfazione l'avvocato di parte civile, Matteo Gianbartolomei: "Finalmente la mia assistita ha potuto veder fatta giustizia, siamo soddisfatti di come si è concluso il processo. Ora la ragazza può guardare avanti". L'imputato, difeso dall'avvocato Lino Ciaccio, fu arrestato poche ore dopo quei  terribili fatti dagli agenti della squadra mobile per poi farsi qualche periodo ai domiciliari e tornare libero, in attesa della sentenza. Dal canto suo l'imputato si è sempre dichiarato innocente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento