BARBARIE Altre due lupe uccise dal veleno: "allevatori nel mirino della Forestale"

Altre due lupe bellissime uccise dalla brutalità di anonimi che armati di veleno creano esche letali. L'appello della Guardia Forestale agli amanti degli animali e ai cittadini di buon senso. Fermiamo le bestie a due zampe

La barbaria continua. Altre due lupe dell'Appennino umbro sono state trovate morte a cause delle solite esche avvelenate che vengono lasciate in maniera vigliacca da anonimi. Si sospetta sempre di più su alcuni allevatori criminali che stanno rimettendo in serio pericolo il ritorno - molto fragile ancora - del lupo sulle nostre zone di montagna. La Guardia Forestale sta indagando su altre due uccisioni brutali. 

Le esche, ricavate in molti casi da animali senza vita quali pecore o volatili contaminati da veleni quali quelli lumachicidi di libera vendita, rappresentano un pericolo sia per la fauna selvatica che circola nei dintorni ma nella generalità dei casi inquinano l’ambiente e le falde acquifere, creando un danno enorme a tutta la collettività.

Le ragioni di tali gesti sono da ricercare nelle proteste di alcuni allevatori di ovini ma anche cacciatori che desiderano eliminare i predatori che potrebbero compromettere la consistenza della fauna cacciabile e da taluni cercatori di tartufi che tendono ad eliminare i cani dei “concorrenti” attratti dalle esche assassine. Ma gli occhi sono puntati soprattutto sugli allevatori anche perchè sempre più esche sono pezzi o intere carcasse di ovini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La bonifica del territorio risulta molto difficile, vista anche la natura selvaggia dei luoghi in cui vengono poste,  per questo è fondamentale il contributo dei cittadini nel segnalare al Corpo forestale il rinvenimento di carcasse o esche e la collaborazione con gli Istituti di zooprofilassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento