Strage degli scoiattoli grigi, ma c'è chi dice basta: "Se continua questo massacro non verrò mai a Perugia"

La lettera di una cittadina romana per denunciare la caccia agli scoiattoli grigi: "Se questo massacro dovesse andare avanti, mi asterrò dallo scegliere Perugia come destinazione turistica"

Lo scoiattolo grigio, suo malgrado, al centro di una vera e propria battaglia tra chi lo vorrebbe vedere estinto- è accusato infatti di star facendo scomparire quello rosso europeo, e chi invece vorrebbe far terminare lo sterminio. A scendere in campo in sua difesa, anche una cittadina di Roma, Francesca, che in una lettera alla nostra redazione vuole denunciare lo sterminio dello scoiattolo grigio:

"Scrivo per denunciare l'atroce sterminio dei teneri scoiattoli grigi di Perugia. Forse i cittadini non sanno che sono stati stanziati quasi 2 milioni di euro per eradicare questa specie, accusata di fare scomparire lo scoiattolo rosso. A parte il fatto che ci sono ricerche scientifiche che dimostrano che lo scoiattolo grigio non è assolutamente responsabile della scomparsa di quello rosso, ritengo crudele ciò che sta avvenendo, tanto più che non sono stati gli scoiattoli americani a decidere di venire in Italia".

La "costosa" caccia allo scoiattolo grigio continua: dopo le gabbie, i divieti imposti ai cittadini

La strage autorizzata di scoiattoli grigi continua: "Lo facciamo per i nostri boschi"

Qualche mese fa è infatti partita la caccia all’animale e l'immediata eutanasia degli animali presi - con tanto di richiesta ai cittadini di collaborare per immettere le trappole nelle proprietà private. A fine dicembre invece sono anche spuntati cartelli per tutto il quartiere di Ferro di Cavallo per non dare da mangiare agli scoiattoli.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Trovo scandaloso anche il silenzio di tanti cittadini e di tante associazioni animaliste-conclude la lettera. Per quanto mi riguarda non finanzierò più tali associazioni e mi asterrò dallo scegliere Perugia come destinazione turistica se questo massacro, indegno di un paese civile, dovesse proseguire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento