Inaugurato lo sportello "hai la precedenza": ecco il progetto in favore delle fasce protette

L'intenzione dell'Amministrazione Comunale è di rendere gli uffici comunali più fruibili da tutta la cittadinanza, anche da coloro che, per il loro particolare stato fisico, hanno difficoltà ad aspettare seduti

I cittadini che si recheranno presso gli sportelli Urp e Attività decentrate di Ponte Felcino, Ponte San Giovanni, Rimbocchi, San Sisto e Centro Storico, da oggi, troveranno il  cartello “Hai la precedenza!”, finalizzato a facilitare l’accesso agli sportelli a donne in stato di gravidanza o con neonato, persone disabili, anziane o in particolari condizioni fisiche che, così, potranno evitare le attese prolungate.

L’iniziativa è stata tenuta a battesimo questo pomeriggio, presso l’Urp di San Sisto,  dall’Assessore ai Servizi Demografici Wagué, alla presenza anche del Presidente dell’Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità, Raffaele Goretti, del dirigente dell’Unità Servizi al cittadino Ugo Maria Bonifacio e delle addette dell’Urp di San Sisto, Fiorella Biani e Erica Giugliarelli.

“Proprio dall’Urp di San Sisto è partito tutto - ha ricordato l’Assessore Wagué, ringraziando, a nome suo e del Sindaco, il personale dell’Urp per la sensibilità dimostrata e per il lavoro svolto al riguardo- Gli stessi uffici ci hanno sollecitato a questo gesto, perché, pur non essendoci una norma che obbliga alla precedenza a donne incinte o con neonati, a disabili, anziani o persone in particolari condizioni fisiche, è sembrato particolarmente importante sensibilizzare i cittadini al senso civico e alla civile convivenza, nel rispetto dell’altro per il benessere comune.”

L’intenzione dell’Amministrazione Comunale, infatti, è di rendere gli uffici comunali più fruibili da tutta la cittadinanza, anche da coloro che, per il loro particolare stato fisico, hanno difficoltà ad aspettare seduti o addirittura in piedi per un lungo lasso di tempo. D’altro canto, vuole promuovere la cittadinanza attiva, facendo comprendere l’importanza della solidarietà e la comprensione verso chi è in difficoltà. “Iniziative come questa sono fondamentali - ha ribadito Raffaele Goretti - perché sono un segnale importante di civiltà, ma dobbiamo impegnarci sempre di più per tradurli in maniera concreta nella vita di tutti i giorni.”

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento