Cocaina a domicilio in tutto l'Alto Tevere: 35enne in manette, 5 denunce

La polizia ha individuato un'articolata rete di spaccio che "gestiva" una consistente fetta di territorio tra Umbria e Toscana

Cocaina a domicilio in Alto Tevere. Macchine diverse per effettuare le consegne, ma lo stesso soggetto a organizzare gli scambi. Un 35enne che gli agenti del commissariato di Città di Castello hanno bloccato proprio mentre stava effettuando una consegna. Con sé circa 50 grammi di droga, divisa in piccoli involucri, evidentemente da cedere ai "clienti" dell'ampio giro che - è emerso dalle indagini durate tre mesi - l'uomo gestiva insieme ad altri soggetti, cinque le persone denunciate oltre all'arrestato. Un "giro" che andava da Città di Castello a Sansepolcro, abbracciando tutta la Valtiberina. 

L'arresto del 35enne è avvenuto in concomitanza con le perquisizioni richieste dalla Procura di Perugia e disposte dal gip sulla scorta dei risultati ottenuti nel corso delle indagini che avevano permesso di individuare una rete di spaccio piuttosto articolata e diffusa. Nelle abitazioni degli indagati, residenti tra CIttà di Castello, San GIustino e Sansepolcro, gli agenti hanno trovato alcune dosi di cocaina, bilancini e il necessario per il confezionamento delle dosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • Arresti per 'ndrangheta, la cosca perugina faceva paura: "Basta una mia parola e si pisciano addosso"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento