Con l'eroina e la coca rifornivano i "clienti" di Perugia, duo di pusher condannato

Entrambi hanno scelto il rito abbreviato e sono stati condannati a 4 anni e 3 anni e 8 mesi per spaccio continuato

Immagine d'archivio

Le dosi di eroina, "immesse" sul mercato dello spaccio perugino, arrivavano a un prezzo di 50 euro a dose, cedute anche più volte a settimana ai "clienti".  Per due grammi invece, il prezzo saliva a 120 euro. Sono varie le cessioni di droga (in particolare eroina e cocaina) contestate a due cittadini tunisini, già gravati da precedenti e arrestati dai carabinieri di Perugia.

Entrambi hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato e questa mattina il gup li ha condannati a 4 anni uno,  e 3 anni e 8 mesi, l'altro. Secondo le indagini che hanno documentato lo spaccio dei due imputati, risalente fino al maggio di quest'anno, in concorso tra loro e in tempi diversi, avrebbero ceduto anche a cadenza giornaliera le dosi di eroina agli acquirenti "fidelizzati". In un'altra occasione, risalente ancora a  maggio 2018, a tre clienti sarebbero stati ceduti sei involucri di droga per un prezzo complessivo di 220 euro. In un altro dei vari episodi contestati, due grammi e mezzo di eroina a un acquirente per un costo di 170 euro. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Cristian Giorni e Vincenzo Bochicchio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento