Spaccate seriali a danno delle auto con l'accetta: trovata la refurtiva

Ha cercato di giustificarsi, dopo la perquisizione della sua abitazione, con delle storie talmente false da far sorridere anche gli agenti. Arrestato ladro esperto nelle spaccate

Agli operatori delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine che stavano perquisendo il suo appartamento nel quartiere Fontivegge il sospettato - un nigeriano - ha provato a spiegare che quell’accetta, con manico lungo 33 centimetri, gli serviva per tagliare la carne.

Quando poi gli agenti hanno rinvenuto in camera da letto, all’interno di un trolley chiuso con un lucchetto, due macchine fotografiche digitali - ognuna delle quali ha un valore di alcune centinaia di euro - un tablet, un navigatore satellitare, telefoni cellulari e due paia di costosi occhiali da sole, ha sostenuto che si trattava di oggetti che aveva trovato per strada soltanto pochi giorni prima. Insomma, una persona a dir poco fortunata!

Così, non essendo stata fornita alcuna credibile spiegazione, nel pomeriggio del 3 marzo la Polizia ha denunciato per ricettazione e detenzione abusiva d’arma. Il nigeriano - le iniziali sono K.I.N. - già aveva a suo carico alcuni fermi di polizia per droga. Tutta la merce è stata: dall’accetta e ai vari oggetti trovati nel trolley. Probabilmente utilizzata l'accetta - di notte - per spaccare i vetri delle auto in sosta per svuotare gli interni di tutto quello lasciato dai proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Nuovo maxi concorso, l'Aci assume personale a tempo indeterminato: due bandi

  • Usl Umbria 1 in lutto, è morto il professor Fabrizio Ciappi

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento