Giudici accoltellati, assemblea straordinaria alla Notari: “Mia moglie, già minacciata, è salva per caso”

Assemblea straordinaria dell'Ordine degli avvocati alla Sala dei Notari. L'avvocato Francesco Paola: "In una sola estate l'ho accompagnata tre volte in Questura". Il procuratore Cardella: "Da lunedì vigilanza armata"

La vicenda ormai nota dell'aggressione avvenuta ai danni di due giudici al tribunale di Perugia, pone, in maniera improcrastinabile, una rivalutazione a tutto tondo del tema sicurezza nei palazzi di giustizia.  Se un uomo, armato di coltelli e delle peggiori intenzioni, è riuscito indisturbato a penetrare negli uffici del tribunale civile in Piazza Matteotti, colpendo il giudice Francesca Altrui, il collega Umberto Rana accorso in suo aiuto e un dipendente amministrativo, significa che qualcosa - in termini di sicurezza, non ha funzionato. Il Palazzaccio di Piazza Matteotti non è munito di un metal detector o di tornelli o di qualsiasi utile deterrente volto a scongiurare una possibile tragedia, come quella sfiorata di lunedì 25 settembre.

VIDEO Sicurezza al tribunale, Procuratore Cardella: "In arrivo il metal detector e la vigilanza privata"

VIDEO Una cittadella giudiziaria a Perugia, Romizi: "Riqualificare edifici già esistenti e inutilizzati"

L'avvocato Francesco Paola, intervenuto questa mattina alla Sala dei Notari in occasione dell'assemblea straordinaria indetta dall'Ordine degli avvocati, e marito del giudice Francesca Altrui, ha raccontato come la moglie sia stata già minacciata in altre occasione, "solo nell'ultima estate l'ho accompagnata in Questura tre volte e comunque è successo". "In questi tempi dove le violenze e le minacce sono aumentate, la coesione sociale allentata, la consapevolezza è necessaria.  Clima di violenza verbale e  Istituzioni delegittimate".

VIDEO Tribunale, assemblea straordinaria: "Vogliamo più sicurezza in tutti i palazzi di giustizia"

Intanto, qualche provvedimento tampone per far fronte alla sicurezza, è stato preso. Dalle 8 alle 19 di oggi, giovedì 28 e venerdì 29 settembre, saranno presenti due agenti armati e muniti di metal detector portatile all'ingresso principale della sezione civile per i necessari controlli, due ulteriori agenti in divisa vigileranno all'interno del palazzo e in particolare nelle zone più sensibili come, ad esempio, le udienze.Sabato 30 settembre lo stesso servizio sarà svolto ma con orario ridotto, dalle 8 alle 14.Da lunedì 2 ottobre si attiverà il servizio di vigilanza privata, come come stabilito in seguito a una riunione del comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica. 

Alla assemblea, ha preso parola anche il procuratore generale Fausto Cardella, Che ha espresso rammarico per non essere arrivati in tempo nonostante l’iter fosse iniziato anni fa. "Magistrati, personale, avvocati, utenti nei palazzi di giustizia.. siamo nella stessa condizione e situazione Da lunedì vigilanza armata e fra poche settimane inizieranno i lavori per il collocamento del metal detector”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento