Si apparta con una studentessa americana e la violenta, sotto processo un giovane universitario

Dopo i primi baci in un auto nel parcheggio avrebbe prima spogliato la ragazza che diceva "no, no" e poi l'avrebbe stuprata

La serata tra studenti stranieri a Perugia per imparare l’italiano si trasforma in un’accusa di stupro.

A finire sotto processo uno studente albanese di 20 anni, difeso dall’avvocato Salvatore Cavuoti, accusato di aver violentato una studentessa statunitense, di 22 anni anch’essa, costituita parte civile tramite l’avvocato Francesca Tosti.

Secondo l’accusa il giovane, una sera di settembre del 2016, avrebbe “costretto con violenza … a subire atti sessuali, ed in particolare un rapporto sessuale ... protetto con preservativo e per averla comunque indotta a subire la penetrazione abusando delle condizioni di minorata difesa di tempo e di luogo”.

I due giovani avevano trascorso la serata insieme e verso le 1 di notte, l’albanese aveva parcheggiato l’auto alla Cupa e “dopo aver scambiato effusioni (baci e toccamenti) con il consenso della stessa, sfruttando la propria superiorità fisica, dopo averle sfilato contro la propria volontà i pantaloncini le si posizionava sopra sfruttando il proprio peso di modo da bloccarla sul sedile dell’auto e – nonostante i ripetuti tentativi della vittima di farlo desistere respingendolo con le mani e ripetendo ‘no, no’ - le slacciava il body e, dopo averle scostato gli slip, la penetrava”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giorno dopo la ragazza si presentava al Pronto soccorso per farsi medicare e poi al Posto fisso di Polizia dell’ospedale per denunciare lo stupro. Con l’ausilio di un interprete raccontava come si erano svolti i fatti. Testimonianza confermata anche in sede di incidente probatorio davanti al giudice per le indagini preliminari e che portava alla richiesta di rinvio a giudizio per il giovane aggressore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento