Vendono droga a malato mentale, lo sequestrano e si fanno intestare l'auto come pagamento delle dosi

Due tunisini sotto processo per circonvenzione di incapace e sequestro di persona. La vittima è deceduta prima del processo

Spacciano droga ad un malato mentale e per farsi pagare lo sequestrano e costringono a cedere, con tanto di passaggio di proprietà, un’autovettura senza corrispettivo.

I due, tunisini di 55 e 40 anni, sono accusati del reato di circonvenzione di incapace “per avere in concorso fra loro, al fine di trarne profitto, abusando dello stato di alterazione psicofisica …” di un giovane perugino, poi deceduto, e affetto da “disturbo bipolare di I tipo correlato ad abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, depressione, assunzione di sostanze stupefacenti” e indotto lo stesso “a trasferire loro la proprietà dell’autovettura … in assenza di corrispettivo con danno di rilevante gravità con intestazione della stessa a nome” di uno di loro.

I due imputati, difesi dagli avvocati Giuseppe Gasparri, Donatella Panzarola e Cristina Giorni, sono accusati anche di sequestro di persona per “avere, in concorso fra loro, privato della libertà … impedendogli di allontanarsi dall’abitazione ove si trovava al fine di ottenere la consegna delle chiavi dell’autovettura … in ragione di un credito per la cessione di stupefacente”.

I fatti risalgono al 2015. A carico dei due imputati anche la recidiva specifica, reiterata e infraquinquennale. Cioè non erano nuovi alle forze dell’ordine e alla giustizia italiana, con una lunga sfilza di comportamenti illegali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Commercialista infedele, spariscono 500mila euro di tasse e i clienti finiscono nei guai con il Fisco

  • "Il lavoro è fatto male" e si scaglia contro il dipendente, titolare di un'azienda denunciato dalla polizia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento