L'inviato cittadino - Doppio errore alle Poste sul nome di una grande donna perugina

L'errore, infatti, è doppio: La poetessa-patriota si chiamava Maria Alinda Bonacci Brunamonti. "Bonacci", dunque, non "Brunacci". Inoltre il suo cognome di nascita "Bonacci" doveva peraltro precedere quello, acquisito attraverso il matrimonio con Pietro, di "Brunamonti

Alle Poste, probabilmente, non sanno chi era… se ne sbagliano perfino il nome. Commettendo non uno, ma ben due errori in un sol colpo. Accade all’ufficio postale di Monteluce dove, in una banda di colore giallo in diafania sulla porta, è stampata la scritta “Maria Alinda Brunamonti Brunacci”.

La poetessa, cui è intestata la strada che va dallo slargo della Pesa alla piazza di Monteluce, era nata a Perugia nel 1841. La strada – costeggiata da case e villette liberty – è un’opera importante, in quanto, fino a buona parte dell’Ottocento, si scendeva a Monteluce dal Cassero di S. Antonio attraverso le attuali via Brugnoli (fino al piazzaletto) e, per via Cialdini, fin davanti alla chiesa di Santa Maria Assunta.

La scrittrice e studiosa insegnò al Collegio della Sapienza e fu devota cattolica: i suoi “Canti” furono dedicati a Pio IX. Ma i perugini la ricordano specialmente per i suoi meriti patriottici in quanto poetò, in tono antipapalino, la condanna delle Stragi del XX Giugno 1859 ed esaltò  le battaglie di Magenta e Solferino.

Particolare: fu l’unica donna (poco più che diciottenne!) ammessa a votare al plebiscito (1860) di annessione al Piemonte. Certamente per meriti e notorietà.I suoi autografi sono conservati alla biblioteca Augusta di Perugia. Fu anche autrice di acquerelli di fiori e piante, ispirati a buon gusto. Abitò in via dei Priori, casa in cui morì nel 1903 e dove una lapide ne ricorda il nome e la figura. Grave, dunque, la circostanza di averne sbagliato perfino il nome, per di più in un ufficio frequentato da vasto pubblico.

L’errore, infatti, è doppio: La poetessa-patriota si chiamava Maria Alinda Bonacci Brunamonti. “Bonacci”, dunque, non “Brunacci”. Inoltre il suo cognome di nascita “Bonacci” doveva peraltro precedere quello, acquisito attraverso il matrimonio con Pietro, di “Brunamonti”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ladri in azione a scuola, assaltate le strutture di Monte Grillo e Cenerente

  • Cronaca

    Picchia la moglie e la chiude a chiave in casa, ammonimento del questore per un marito violento

  • Cronaca

    "Salutatece Barberini": grillino provoca durante comizio Pd e scoppia il parapiglia. La denuncia: "Il provocatore mi ha schiaffeggiato"

  • Attualità

    PAROLA AL CITTADINO L'architetto urbanista Monella offe 7 consigli salva-Perugia al futuro sindaco

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • Camion in fiamme sul raccordo Perugia-Bettolle, traffico in tilt

  • L'appello social per ritrovare Claudia: "E' uscita stamattina e non è rientrata, ecco la targa dell'auto"

  • Il nuovo rettore Maurizio Oliviero: "L'Università di Perugia sarà ancora più grande"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento