Un centro estivo per bambini non vedenti: tante attività per un progetto unico in Umbria

Laboratori, sport, musica, ma anche attività riabilitative ed educative specifiche rivolte all'orientamento, mobilità e all'autonomia personale dei bimbi

Un'opportunità di crescita, di confronto costruttivo e condivisione, attraverso attività ed esperienze plurisensoriali, momenti ricreativi e giochi di gruppo, questo e tanto altro è il Soggiorno estivo per bambini con deficit visivo, organizzato dall'Associazione IRIFOR Umbria presso la Fattoria Didattica “Il Podere” di Petrignano di Assisi, dal 26 agosto al 1 settembre 2017.

Il soggiorno, rivolto a bambini con deficit visivo dai 7 ai 12 anni, è incentrato su attività sportive e non, che coinvolgono il corpo in una dimensione di conoscenza e di coscienza, con l’intento da un lato di aiutare i bambini a confrontarsi con lo spazio circostante senza incertezze e timori e dall’altro a prendere coscienza del proprio corpo, esternando le proprie emozioni e superando quel senso di insicurezza e di sfiducia, che talvolta il deficit visivo comporta.

Tanti i momenti di apprendimento, come l'iniziativa “Ita:book mangia un libro”, un progetto che unisce tre componenti fondamentali: libri, divertimento e cucina. È un evento che, a partire da un grande classico della letteratura, organizza delle attività a tema dove i bambini sono i protagonisti e a ciò si annette sempre un momento culinario in linea con il reading scelto.

Durante il Soggiorno Estivo saranno proposte ai bambini anche diverse attività riabilitative ed educative specifiche rivolte all'orientamento, mobilità e all'autonomia personale. Tantissime attività che coinvolgeranno i bambini in momenti di puro divertimento, come: arrampicata, il corso di acquaticità; Stand Up Paddle (una variante del surf in cui si sta in piedi su una tavola e ci si sposta in acqua utilizzando una pagaia); baby dance; pigiama party e truccabimbi; giochi da tavolo a squadre, ma anche momenti musicali con balli e canti. La musica e il ballo saranno intesi come forma di educazione corporea, emotiva e relazionale, ma anche divertimento e gioia di esprimere se stessi e le proprie emozioni.

La musica e il ballo saranno anche i principali protagonisti anche nell’attività teatrale, che prevede la messa in scena di uno spettacolo. Il progetto teatrale sarà un’occasione importante per favorire la socializzazione, sperimentare linguaggi espressivi diversi, potenziare la conoscenza di sé e dell’altro, per divertirsi e fare amicizia.

Grazie al progetto IRIFOR “Stessa strada per crescere insieme”, il corso estivo prevede anche due giornate con degli incontri con psicologhe. Gli incontri saranno rivolti ai genitori, per dar loro uno spazio ed un tempo, per riflettere e condividere l’esperienza della separazione dai figli, per lasciare loro spazi di autonomia ed indipendenza, per trovare risorse in sé stessi e nel partner affinché la distanza dal figlio possa rappresentare un’opportunità di crescita per tutti i componenti della famiglia. Nella giornata conclusiva sarà organizzato un incontro di restituzione con gli organizzatori e l’equipe del soggiorno estivo, che documenteranno gli esiti dell’intervento attraverso un report sui questionari di gradimento compilati dai genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento