Si rifà il guardaroba rubando maglie, polo e jeans di marca: sotto processo ladra seriale

Beccata all'uscita dal negozio si è proposta di andare a prendere i soldi per pagare, ma poi è fuggita

Al cambio di stagione c’è la necessità di rifarsi il guardaroba. Non pagando capi d’abbigliamento di marca, poi, è anche meglio. Al netto del piccolo inconveniente che è una denuncia per furto e il conseguente processo. E se il giudice può decidere di qualificare il fatto come di lieve entità se viene rubato un dentifricio o un salame, per vestiti di marca per importi di rilievo, appare più difficile invocare lo stato di necessità.

Come nel caso di una giovane, difesa dall’avvocato Luca Pietrocola, sotto processo per una serie di furti attraverso i quali aveva sottratto diversi capi di abbigliamento, da donna e uomo.

“Una camicia taglia L e una taglia M, una maglia a maniche corte taglia S, un pantalone tipo jeans elasticizzato taglia 34, una maglia maniche lunghe taglia M, un pantalone tipo jeans taglia 38 per un valore complessivo di 191,70 euro” è il bottino di un colpo (tentato) a danno del negozio Zara del centro commerciale Ipercoop di Collestrada.

In quel caso mentre la giovane aveva tentato di passare le casse era scattato l’antitaccheggio. Si era dimenticata, o non vi era riuscita, a staccare le placche da due capi d’abbigliamento. Gli altri, inoltre, erano rovinati da un buco che li rendeva invendibili. Ed era stata la prima denuncia.

La spesa continuava in un altro negozio dove venivano asportate sette polo a manica corta marca “Fred Perry”, tre polo “Marella sport”, un gilet “Chiffon” e un paio di sandali con zeppa “Silvian beach”, per un valore di 1.058 euro.

Anche in questo caso per strappare le placche antitaccheggio erano stati rovinati i vestiti. Il sistema di allarme aveva fatto scoprire il tentato furto.

La ragazza si era offerta di pagare il conto, lascia la borsa con i documenti, ma era scappata via per non farsi più rivedere.

La polizia l’aveva, però, già identificata e le denunce l’hanno portata in tribunale.

Potrebbe interessarti

  • Come richiedere gli assegni familiari nel 2019 e chi ne ha diritto

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

  • Tutto quello che non sapete sulle piante grasse e i benefici per la salute

I più letti della settimana

  • Cadavere a Fontivegge, identificato il corpo ritrovato nella notte

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

  • Come richiedere gli assegni familiari nel 2019 e chi ne ha diritto

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento