Con il metal detector nel bosco trova il bottino dei ladri: maxi furto di oggetti sacri

Lo ha trovato un cittadino, indagini in corso. Refurtiva sequestrata

Come nei libri sui pirati: dal bosco spunta un tesoro. Un cittadino, armato di metal detector, ha trovato il bottino di un maxi furto in chiesa nei boschi al confine tra Perugia e Marsciano. Ha dissotterrato il sacco e ha chiamato la polizia. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Volante. 



Nel sacco i poliziotti hanno trovato 5 calici da messa completi, un tronco di calice, una porzione superiore di calice, tre basamenti di calice, nonché altre parti di calici ed un ostensorio, tutti in metallo ossidato ed in cattivo stato di conservazione. Tutti gli oggetti sacri sono stati sequestrati e messi a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Intanto proseguono le attività di indagine, in concorso con i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Artistico, al fine di individuare il luogo sacro dal quale i calici e gli altri oggetti, utilizzati per la messa, siano stati rubati.

L’ipotesi investigativa, spiegano dalla Questura di Perugia, è che gli ignoti autori del furto si siano successivamente resi conto che gli oggetti rubati non erano preziosi, ma di semplice metallo, ed abbiano quindi deciso di disfarsene seppellendoli in un bosco.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Commercialista infedele, spariscono 500mila euro di tasse e i clienti finiscono nei guai con il Fisco

  • "Il lavoro è fatto male" e si scaglia contro il dipendente, titolare di un'azienda denunciato dalla polizia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento