Maxi rissa nel parcheggio dello stadio Curi, Daspo per nove ultrà del Palermo

Tifosi violenti stanati dalla Digos di Perugia e quella di Palermo: addio calcio fino a 8 anni

E tanti saluti alle partite di calcio per i prossimi anni. Scattano i Daspo. Il Questore di Perugia ha disposto il divieto di accesso in luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive a carico di 9 tifosi del Palermo dopo la rissa nel parcheggio dello stadio Curi prima della partita Perugia-Palermo del 17 febbraio. Tutti i tifosi violenti, grazie alle indagini delle Digos di Perugia e Palermo, sono stati identificati e denunciati. Per la cronaca: la rissa, come spiegato dalla polizia, è esplosa tra appartenenti alla medesima tifoseria, quella siciliana. Ad incastrarli anche le immagini di videosorveglianza dello stadio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Individuate le responsabilità dei tifosi palermitani nella rissa, sono stati sottoposti al Daspo per la durata di 1 anno coloro che non avevano mai tenuto condotte pericolose, e di anni 5 ed 8 per quei soggetti che hanno reiterato comportamenti violenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento