Per una ragazza duellano a colpi di bottiglia e scalpello: ragazzi di Deruta contro quelli di Marsciano

In 4 sono finiti al Pronto Soccorso di Pantalla. A quel punto sono partite le indagini che hanno prodotto denunce a piede libero per reati di rissa e lesioni. Tutto è partito da Facebook

Hanno litigato per una ragazza e così dopo vari insulti su facebook hanno deciso di darsi appuntamento per un duello con tanto di amici di supporto. In campo sono scesi rispettivamente: il ragazzo di lei ed un suo amico mentre dall'altra parte è stato il turno dell'ex fidanzato di lei e sempre al seguito un fedele scudiero dei giorni nostri. I primi due duellanti sono di Marsciano mentre gli altri due sono di Deruta.

In mezza alla disputa c'è una giovane 21enne. Ma alla fine sono finiti tutti e quattro al Pronto Soccorso di Pantalla e a quel punto è scattata l'indagine dei carabinieri. Il bollettino medico prevedeva per i duellanti cure sanitari per ferite da taglio e lacero contuse, guaribili dai tre ai dieci giorni.

Il risultato delle prime indagini permetteva, ai militari, di accertare che un gruppetto di persone si trovava al parco del quartiere Tripoli di Marsciano,  quando poi è scoppiata la rissa tra opposte fazioni. E' stato ritrovato uno scalpello in ferro, usato durante la lite; inoltre, gli stessi Carabinieri, hanno appurato che era stata usata anche una bottiglia durante la zuffa, con la quale è stato colpito alla testa uno dei duellanti. Per tutti è partita una denuncia in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Spoleto, in quanto ritenuti responsabili di rissa aggravata e lesioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Nuovo maxi concorso, l'Aci assume personale a tempo indeterminato: due bandi

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento