Rissa a bottigliate a Capodanno in piazza Danti dopo le molestie ad una ragazza, in tre nei guai

Due gruppi di perugini e magrebini si erano affrontati a calci, pugni e colpi di bottiglie. Feriti tre giovani colpiti dagli oggetti scagliati dai litiganti

La notte di San Silvestro del 2013 e le prime ore del 2014 sono ricordate per la violenta rissa, con calci e lancio di bottiglie, avvenuta in piazza Danti a Perugia. Due diversi gruppo, uno di perugini e uno di magrebini, si affrontarono dopo un oltraggio ad una ragazza. I feriti furono diversi, comprese delle persone che non avevano nulla a che fare con il diverbio: uno era stato ricoverato in Oculistica per una frattura sopra l’occhio, altri due per lesioni al volto e frattura nasale.

A cinque anni da quei fatti si arriva in aula per il processo a due ragazzi italiani, difesi dagli avvocati Mattia Masotti e Stefano Tentori Montalto, ed un magrebino, irreperibile. La lunga lista di testi prevede i poliziotti intervenuti per sedare la rissa, i testimoni individuati, i commercianti ancora aperti quella sera e gli imputati, oltre ad una corposa serie di fotografie e filmati delle telecamere di sorveglianza. La prescrizione del reato è abbastanza vicina, fissata al primo luglio del 2021.

Secondo la ricostruzione fornita dalle forze dell’ordine intervenute sul posto, oltre all’alcol consumato in gran quantità, a scaldare gli animi sarebbero state le avances di alcuni magrebini ad una ragazza che si trovava in compagnia di alcuni amici. Dagli insulti si sarebbe passati presto alle minacce e poi ai pugni, calci, per finire con lanci di bottiglie. La Polizia era intervenuta sul posto con tre Volanti, riuscendo a fermare solo i due perugini, feriti, e un magrebino, tutti gli altri si erano dati alla fuga nei vicoli della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i tre era scattata la denuncia per rissa aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento