Una raccolta fondi per far rivivere il Parco Sant'Angelo: 5 opere da finanziare

L'APPELLO: "Il nostro sogno è di poter far rivivere il parco Sant’Angelo, grazie al sostegno attivo della comunità, fatta di persone, associazioni, commercianti, enti e perché no, anche di te!"

"Tutti insieme possiamo riconsegnare alla città un parco rinato e accogliente, con lo scopo di offrire proposte culturali che tengano vivo e attivo il parco Sant'Angelo e la comunità”. E' questo l'appello che l’associazione di promozione sociale Ya Basta! - dopo aver ascoltato i pareri e le necessità dei residenti di Corso Garibaldi - ha rivolto a tutti coloro che vogliono vivere e far vivere questo angolo verde dell'acropoli che in questi anni sta riprendendo quota dopo eventi culturali che hanno riscosso un grande successo. L'ultimo, in ordine di tempo, è stato ‘Re Take Parco Sant’Angelo’, andato in scena sabato 29 giugno, e dove è stata lanciata la campagna di raccolta dei fondi dal basso (clicca qui https://www.produzionidalbasso.com/project/re-take-parco-sant-angelo/ per leggere il progetto e iniziare a donare) per un lancio del Parco (attrezzato, inclusivo e laboratorio d'arte) nella riapertura primavera-estate del 2020 (c'è un accordo con il Comune). Sono 5 gli interventi da realizzare grazie alla campagna di raccolta fondi

1)KiosKo: non solo un bar, ma un luogo d'incontro per programmare e organizzare nuovi eventi culturali o semplicemente socializzare. Un bar aperto durante il periodo di primavera e dell'estate con la possibilità di coprire il giorno e parte della sera, gestito dalla  stessa comunità.

2)Una zona relax multifunzionale e area bimbi: amache e sedute comode con la possibilità  per rilassarsi all'ombra degli ulivi e affacciarsi in uno degli scorci panoramici che il centro storico di Perugia può offrire. Che sia sotto le fresche ombre o al tramonto, questo spazio si presta per realizzare varie attività all'aria aperta o per oziare nel verde. Ogni parco che si rispetti deve soprattutto pensare ai bambini. L’intenzione è allora quella di risistemare i giochi già presenti al parco e aggiungerne di nuovi, stando attenti alle esigenze dei più piccoli.

3)Percorsi didattici: itinerari per esplorare le meraviglie nascoste del Parco Sant'Angelo con le associazioni partner, riscoprendo angoli della città ricchi natura e cultura. Gli alunni delle  scuole del territorio potranno visitare i percorsi insieme ai volontari, mentre i turisti e i cittadini, potranno scoprirlo in autonomia grazie ad una App (sviluppo di percorsi urbani attraverso la realtà aumentata con l’ausilio della start up Hush realizzata dall’Università di Perugia e l’associazione WildUmbria).

4)Galleria a cielo aperto: quale migliore galleria a cielo aperto può esistere per esporre le tue opere? Le meravigliose mura medievali che cingono la città. Saranno installati espositori e adatteremo lo spazio per ospitare istallazioni artistiche e fotografiche. Per questo lanceremo call pubbliche per artisti e nuove collaborazioni, per far partecipare tutte le persone che saranno interessate.

5)Area cani: a grande richiesta non potrà mancare un'area cani per far correre e giocare gli amici a quattro zampe. Uno spazio protetto tutto per loro. Anche i padroni potranno stare tranquilli, senza doverli rincorrere, seduti su comode panchine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento