L'Art Bonus funziona, Porta San Girolamo torna a splendere: restauro completato

Le parti lapidee sono state ripulite. Le componenti fittili appaiono ora nel loro bel colore rosso bruno e sono state adeguatamente protette con un prodotto isolante che le patina e le mantiene in buono stato

Porta San Girolamo è stata perfettamente ripulita grazie all’Art Bonus. C’è di che andar fieri di questo lavoro che i restauratori hanno condotto con competenza e tempestività. Le parti lapidee sono state ripulite. Le componenti fittili appaiono ora nel loro bel colore rosso bruno e sono state adeguatamente protette con un prodotto isolante che le patina e le mantiene in buono stato.

Spiace che sul fronte interno di via Benedetto Bonfigli il lavoro sia stato interrotto al marcapiano alto e che sia rimasta macchiata la parte superiore dove scolano perdite dalla gronda. Il lavoro non era previsto poiché questa parte non è di proprietà comunale. Non sarebbe stato male accordarsi con l’ente proprietario per fare un lavoro completo, approfittando dei lavori in corso.

I restauratori hanno fatto anche qualcosa extra contratto, risistemando pure gli scalini che collegano via Ripa di Meana con via Bonfigli e relativo corrimano: gli scalini (piuttosto deteriorati) sono stati ripristinati e tinti con grigio cemento, mentre il corrimano è stato riverniciato in grigio piombo.

Un po’ di storia di ieri e di oggi. La barbara orda di mercenari svizzeri, al comando del colonnello Schmidt, sarebbe entrata non solo da Porta San Costanzo, ma anche da Porta San Girolamo (XX Giugno 1859). È forse per questo che Aldo Capitini pensò di far partire da qui, nel 1961, la prima edizione della sua marcia pacifista e nonviolenta verso la città serafica. Nella sua nuova veste, la Porta è dunque pronta per essere ripresa dalle televisioni di tutto il mondo in occasione della prossima Marcia per la Pace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, due tamponi positivi in Umbria. La Regione: "Casi d'importazione, non rinconducibili a focolai locali"

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento