Regione in lutto, addio al luminare che fece grande l'Umbria

Il ricordo della giunta regionale: "È anche grazie a lui che la Regione si è dotata di una capacità di programmazione che ancora oggi riveste importanza"

“Con la scomparsa di Paolo Leon perdiamo un grande economista, molto legato all’Umbria e all’istituzione regionale, alla cui crescita ha contribuito con impegno e passione, profondendo le sue competenze dalle prime fasi della stagione del regionalismo”. È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, esprimendo il profondo cordoglio personale e della Giunta regionale.

“Paolo Leon – ricorda – era molto legato all’Umbria dove ha operato fin dagli anni Settanta, consulente prestigioso e prezioso della Giunta regionale. È stato uno dei punti di forza della Regione, collaborando dalla sua istituzione alla maggiore qualificazione delle politiche e della programmazione regionale. In seguito ha lavorato, tra l’altro, al Piano regionale di sviluppo degli anni 98-2000 e il suo contributo per rafforzare l’Umbria in tutte le sue componenti, anche successivamente, è stato a tutto campo, approfondendo dal restauro e valorizzazione dei beni culturali agli studi sulle trasformazioni socioeconomiche dell’Umbria propedeutiche alla stesura del Piano sociale regionale degli anni Duemila, alle nuove politiche del paesaggio come risorsa per la qualità e lo sviluppo competitivo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“È anche grazie a lui – conclude la presidente – che la Regione si è dotata di una capacità di programmazione che ancora oggi riveste importanza. L’Umbria gli è riconoscente per il lavoro svolto e per questo patrimonio di studi, idee e proposte che ci lascia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

Torna su
PerugiaToday è in caricamento