mercoledì, 27 agosto 32℃

Il questore Federico lascia, il sindaco:"Un grazie per l'attività svolta"

Il questore Sandro Federico lascerà l'incarico il prossimo 30 settembre. Per l'occasione, è stato ricevuto dal sindaco Boccali che non ha mancato di ringraziarlo per l'attività svolta

Redazione 29 agosto 2011

Tre anni di intensa attività nella questura perugina che si concluderanno il prossimo 30 settembre. Il questore Sandro Federico, in procinto di lasciare l'incarico, è stato ricevuto dal sindaco Wladimiro Boccali che, oltre a complimentarsi con il questore per la “riuscita operazione di ieri nei pressi della Stazione Fontivegge” - zona in cui il sindaco ha chiesto interventi pesanti con ordinanze e azioni incisive da parte della Polizia Municipale, - ha colto l’occasione per sottolineare i risultati positivi ottenuti in questi tre anni di collaborazione tra Comune e Questura rispetto ai fenomeni connessi allo spaccio di droga e allo sfruttamento della prostituzione.

Annuncio promozionale

Il sindaco ha poi ringraziato il questore Federico “per il lavoro positivo di coordinamento e rispetto istituzionale all’interno del Patto per Perugia Sicura, non solo tra Polizia Municipale e Questura”, ma, ha ricordato Boccali, “tra tutte le Forze di Polizia: Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Polizia provinciale”. “Una collaborazione proficua che mi auguro possa continuare anche con i nuovi vertici di Polizia che arriveranno nei prossimi mesi”. Boccali ha sostenuto, inoltre, che “la lotta all’abuso di alcol, allo spaccio di sostanze stupefacenti e allo sfruttamento della prostituzione rimane uno dei temi centrali della politica del Comune”, e che, nonostante i miglioramenti, giudica “ancora insufficienti i risultati ottenuti”. “Mi auguro - ha concluso il sindaco - che non ci sia, dovuto alla manovra finanziaria, un abbassamento di attenzione su questi temi da parte del Ministero dell’Interno, titolare del trattamento e delle misure di sicurezza. Spero che all’interno del Patto si arrivi con il Prefetto a individuare e a svolgere ancora fruttuose iniziative di contrasto”.
 

incontri

Commenti