Fontivegge, si stringe il cerchio intorno agli spacciatori di eroina: due denunce e un arresto

Lotta allo spaccio in una delle piazze più "calde" di Perugia. Operazione anti droga da parte degli agenti della Mobile

Pugno di ferro per togliere la piazza di Fontivegge dagli spacciatori e dalla microcriminalità che nel corso degli anni ha flagellato uno dei quartieri principali di Perugia. Si è conclusa con la notifica di chiusura indagine per spaccio nei confronti di un marocchino ventenne e di un tunisino di 24 anni, entrambi denunciati all'autorità giudiziaria a seguito di una operazione di polizia partita la scorsa estate sulla piazza della droga a Fontivegge. L’operazione, aveva già portato nel giugno scorso all’arresto in flagranza del tunisino. Gli elementi raccolti hanno consentito così al pm titolare di emettere a carico dei due giovani indagati i decreti di avvio di conclusione indagini che sono stati notificati nella giornata di ieri.

Ma non finisce qui perché gli agenti della squadra Mobile di Perugia hanno arrestato un tunisino di 21 anni su esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, a conclusione di un’indagine parallela per spaccio di eroina a Fontivegge in cui sono state documentate decine di episodi di cessione di eroina, venduta ai clienti a 40 euro a dose. Gli agenti della Mobile nella giornata di ieri hanno notificato il provvedimento allo straniero, che si trovava già in carcere a Capanne per altra causa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento