Prostituzione, multe ai clienti: ordinanza con scadenza

Alla fine di ottobre l'ordinanza scadrà e c'è già un aumento sulle strade di trans e prostitute. "Rinnovarla ed estendere divieto su tutti i territori a partire dal Pantano"

Si è allentata la morsa sulla prostituzione cittadina dopo le multe da 500 euro a danno dei clienti delle lucciole in strada? Secondo alcuni esponenti del consiglio comunale di Perugia sì, con tanto di ritorno all'antico: molta offerta umana sulle strade del sesso di casa nostra.

Uno dei potenziali motivi sarebbe anche l'incertezza che aleggia sul ripristino dell'ordinanza comunale che scadrà alla fine di ottobre. I consiglieri comunali del Pdl Leonardo Varasano e Carlo Castori hanno chiesto ufficialmente non solo di confermare "le multe anti-prostituzione" ma anche di estenderla da novembre in poi in tutti i territori comunali.

"Non solo nelle zone già interessate - hanno spiegato - come Pian di Massiano e Via Settevalli, ma anche in altre zone, ivi compresa l’area di Perugia Nord in particolare attorno all’abitato del Pantano. Data la gravità e l’insistenza del fenomeno abbiamo sollecitato il Sindaco con un’apposita Mozione a programmare interventi sistematici anti-prostituzione, prevedendone l’applicazione all’intero territorio comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento