Truffa e abuso d'ufficio, archiviato il processo all'ex sindaco di Cannara: cadono le accuse

Il processo a carico di Giovanna Petrini, finita nella bufera dopo l'inchiesta partita nel 2012, è stato archiviato

Abuso d'ufficio, truffa e corruzione per avere - secondo le indagini - affidato senza gara di evidenza pubblica l'esecuzione di due progetti finanziati anche dalla Regione Umbria (per 100mila euro), "Cuochi senza frontiere" e "Umbria Adventure". Nel mirino era finito l'ex sindaco di Cannara, Giovanna Petrini e il caso scoppiò nel 2012 a seguito di un esposto di un consigliere comunale. Ma per l'ormai l'ex sindaco di Cannara, tutte le accuse sono state archiviate.

Cannara, soldi pubblici all'azienda di famiglia: scoppia il caso

E' quanto stabilito dal gip del tribunale di Perugia - su richiesta del pm Claudio Cicchella - che ha deciso di archiviare il processo. Accuse cadute anche nei confronti del funzionario regionale Gianluigi Marcantoni, della figlia e del professionista Ugo Giannantoni. L'ex sindaco è difeso dall'avvocato Gabriele Caforio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento