Posto di Polizia in Piazza Danti, tutti lo vogliono aperto 24 ore su 24: ma al momento è impossibile, ecco perchè

Tutti ne chiedono il potenziamento con tanto di pattugliamento notturno: dal sindaco al Pd. Ma tecnicamente è quasi impossibile se non cambia qualcosa... sul fronte degli agenti in Questura di Perugia

In principio fu la grande novità, l'inizio di un lento ritorno alla legalità in centro storico dopo lo strapotere dei clan. Dopo qualche anno è stato però sempre di più depotenziato fino ad arrivare alla quasi totale chiusura. E guarda caso sono ritornati strani giri e strani ceffi legati al mondo dello spaccio. Stiamo parlando del tanto discusso posto fisso di Polizia in Piazza Danti, inaugurato in pompa magna 5 anni fa. Ora sia il sindaco Romizi che il gruppo del Pd all'opposizione a Palazzo dei Priori sono concordi che bisogna tornare a popolare il posto fisso con tanto di copertura della notte per tutta l'estate. Obiettivo: tagliare subito la testa ai clan della droga che dalle fogne stanno riprendendo sempre più coraggio e spazio. Ma la richiesta andrà a buon fine? Probabilmente no. E con grande onesta Luca Benvenuti, segretario provinciale della Federazione Sindacale di Polizia, lo ammette spiegando tutti gli ostacoli presenti e futuri. 

"E’ inutile fare voli pindarici - ha spiegato Benvenuti - il tema della sicurezza nel centro storico di Perugia è troppo serio per essere lasciato ai proclami; serve, invece, che le proposte che vengono avanzate siano realistiche. E, per la conoscenza che la Federazione Sindacale di Polizia di Perugia ha della situazione dell’organico della Questura del capoluogo umbro, appare veramente difficile poter disporre di un posto di polizia nel centro storico che sia efficiente e sicuro per tutti, cittadini ed operatori, senza una integrazione di organico alla Questura di Perugia la quale, al momento, ha margini limitatissimi per un ampliamento del servizio a causa della carenza di personale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La situazione è destinata a peggiorare medio in quanto, secondo il sindacato, sono previsti numerosi pensionamenti che, in assenza di correttivi, renderanno la situazione più difficile di quanto non lo sia oggi. Sulla questione interviene anche il segretario nazionale dell’Fsp/Polizia, Filippo Girella: "Appare evidente – afferma Girella – che è assolutamente necessario un invio di un congruo numero di agenti alla Questura di Perugia. Per questo motivo, nei prossimi giorni prenderemo due diverse iniziative: da un lato chiederemo al Capo della Polizia, Franco Gabrielli, l’invio di altri poliziotti nel capoluogo umbro". Ci si appella anche la Ministro degli Interni Matteo Salvini al quale si chiederà "di procedere al più presto all’indizioni di nuovi concorsi che consentano una massiccia assunzione di nuovi agenti di polizia".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

Torna su
PerugiaToday è in caricamento