La giovane perugina che stupisce il mondo: premio internazionale per la direttrice d'orchestra

La splendida Nil Venditti, autorevole bacchetta perugina, sta facendo parlare di sé a livello internazionale e continua a collezionare riconoscimenti

La splendida Nil Venditti, autorevole bacchetta perugina, sta facendo parlare di sé a livello internazionale e continua a collezionare riconoscimenti. L’ultimo si riferisce al festival, tenuto dal 26 al 30 settembre a Bucarest, in Romania, all'interno dell'Ateneo Romano, la loro prestigiosa sala dei concerti.

In scena, l'orchestra filarmonica “George Enescu". Siamo all'ottava edizione di questo concorso cui affluiscono direttori – stavolta erano 50 – da tutte le parti del mondo. In rappresentanza dell’Italia, la nostra Nil, insieme a un’altra giovanissima: Claudia Patanè. Il concorso si è svolto in 4 segmenti, conclusi da un gala concert finale. A chiudere, la premiazione. La perugina Nil Venditti si è classificata al secondo posto sull’ambitissimo podio internazionale. Ma la vera soddisfazione è consistita nel “premio speciale dell'orchestra”. In pratica, tra tutti i direttori in concorso, Nil è stata indicata come la preferita da parte dell’orchestra e del solista Lup Octavian, vincitore del concorso di violoncello, tenutosi sempre nella stessa città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nil, in finale, ha diretto la sinfonia numero 4 di Brahms, il primo movimento ed il concerto di Dvorak, per violoncello, eseguito dalle agili mani del genio Octavian. Essendo arrivata seconda sul podio, la nostra musicista si è meritata la direzione di una decina di concerti per l'anno prossimo in tutta Europa, alla testa di orchestre prestigiose. Sarà un ulteriore accreditamento delle sue straordinarie capacità umane e professionali. Risponde al cronista: “La soddisfazione più bella? Essere stata apprezzata come persona anche da parte degli altri concorrenti eliminati: il che prova che l’artista – se è tale – conosce e pratica un atteggiamento leale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento