Ponte San Giovanni, giovane colpito a martellate: chiesto il rito abbreviato per un 19enne

E' ancora agli arresti domiciliari il 19enne accusato di aver pestato a sangue un giovane del posto lo scorso gennaio ai giadinetti del popoloso quartiere perugino

Immagine di repertorio

Colpito a martellate e picchiato per futili motivi. Il drammatico episodio, accaduto a Ponte San Giovanni, ha portato nel novembre scorso all'arresto di un 19enne italiano che ora sta scontando la detenzione domiciliare nella propria abitazione in provincia di Perugia, in attesa del giudizio. L'ordinanza di custodia cautelare, richiesta dal pm Giuseppe Petrazzini in ordine al grave episodio avvenuto nel giugno scorso ai danni di un giovane del posto, è stata firmata dal gip Valerio D'Andria e si sarebbe consumata ai giardinetti del popoloso quartiere della periferia cittadina. 

Intanto la difesa - avvocato Maurizio Lorenzini - ha chiesto di accedere al rito abbreviato; la prima udienza utile per discutere il rito alternativo è stata fissata, dinanzi al gip Lidia Brutti, il prossimo 20 marzo. La giovane vittima, difesa dall'avvocato Donatella Donatella, dopo l'aggressione, denuncerà quanto accaduto facendo scattare le indagini. L'imputato, con alcuni precedenti per danneggiamento, e ora imputato per lesioni, finirà davanti al giudice a primavera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • Arresti per 'ndrangheta, la cosca perugina faceva paura: "Basta una mia parola e si pisciano addosso"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento