Omicidio di Ponte d'Oddi, una famiglia straziata dai lutti: la rabbia dei fratelli, il dolore dell'anziana madre

Anni fa il dolore per la morte di un fratello, oggi per l'omicidio senza senso di Mirco al termine di un litigio con un suo amico. La vittima lascia due fratelli e l'anziana madre con cui viveva

Mirco Paggi

Una famiglia molto conosciuta, popolare, una famiglia come tante a Ponte d'Oddi, quartierone con molti palazzoni e un passato piuttosto turbolento in fatto di sicurezza e legalità. I Paggi stanno vivendo un nuovo terribile lutto dopo i due colpi di fucile - una piccola lupara, forse non detenuta legalmente - che hanno ucciso il povero Mirco (43 anni): l'anziana madre stava già piangendo un figlio morto anni fa, un lutto che nel suo cuore non è mai stato superato completamente. Ieri sera, alla notizia della brutta fine di Mirco, ha subito un malore. La vittima abitava con lei in una casa popolare a poche centinaia di metri da via della Porta dove si è consumato il delitto. 

Accecato dal dolore, tanto da gridare vendetta, il fratello più piccolo: "Ditemi chi lo ha ucciso, ditemi perchè... tanto lo verrò a sapere. Fatemi passare...". I carabinieri hanno fatto fatica e non poco per contenere la sua rabbia, la sua legittima disperazione. Il maggiore dei Paggi, Danilo, conosciuto in città per i servizi di sicurezza ad Umbria Jazz, è stato accompagnato da alcuni amici e familiari. E' rimasto in silenzio, ha pianto a lungo, consolato da tanti cittadini che lo hanno abbracciato. 

"Non si può uccidere così una pesone come Mirco in mezzo alla strada, per motivi futili, per un litigio": hanno ripetuto questa mattina numerosi cittadini di Ponte d'Oddi che di buon ora hanno fatto la spola tra la piazzetta, l'edicola e il circolo ricreativo. 

VIDEO Perugia, omicidio a Ponte d'Oddi: uomo ucciso a fucilate, le immagini 

Delitto Ponte d'Oddi, Mirco ucciso a fucilate, il vicino accusato di omicidio: "L'arma detenuta illegalmente"

Omicidio a Ponte D'Oddi, uomo ucciso da due colpi di fucile: c'è un fermato

Ma chi era veramente Mirco: era un ragazzone che in passato aveva avuto un po' di problemi, niente di serio. Ma aveva cambiato vita e con semplicità accettava i lavoretti che in Paese gli offrivano. Tirava avanti vivendo insieme all'anziana madre. "Un bravo frego...", ripetono a Ponte d'Oddi. Un tifoso vero e innamorato del Perugia Calcio, che nel suo profilo Facebook aveva scritto "lavora presso stadio". Su un altro profilo Facebook di Paggi si trovano solo foto con una ragazza, con tanto di cuori e dediche d'amore. Le più datate risalgono al 2015 mentre quelle più recenti invece sono di inizio anno. 

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica, come richiederla o rinnovarla

  • Lavastoviglie pulita e profumata, ecco i rimedi naturali

  • Grande Fratello 2019, vince la concorrente umbra Martina Nasoni

  • Farmaci equivalenti e farmaci di marca: sono proprio uguali?

I più letti della settimana

  • Ballottaggi: i nuovi sindaci di Marsciano, Foligno, Bastia Umbra e Gubbio

  • Tragico incidente stradale a Ponte Valleceppi, muore l'imprenditore perugino Massimo Bendini

  • Umbria, vaga a piedi in superstrada: "Sono stato licenziato e mia moglie mi ha lasciato"

  • Perugia, follia al Pronto Soccorso: familiare di un paziente aggredisce e colpisce in faccia un infermiere

  • Città di Castello, marito e moglie scomparsi: la ricerca finisce in tragedia, trovati morti

  • Una figlia di 14 anni da incubo, picchia con una pala la madre e la minaccia: "Ti sgozzo di notte"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento