Decreto sicurezza Salvini, due auto sequestrate e multe per 3mila euro per le targhe straniere

Vasta operazione di controllo degli agenti del Commissariato di Assisi

Strade sicure grazie ai controlli straordinari della polizia per sensibilizzare e promuovere la sicurezza stradale e contrastare le condotte di guida pericolose.

Gli agenti del Commissariato, in pochi giorni, nella zona del Comune di Assisi e Bastia Umbra, hanno contestato 12 violazioni al Codice della strada ed elevato sanzioni per un valore complessivo di 3.000 euro.

Tra queste, due i conducenti al volante della propria auto senza la cintura di sicurezza, uno alla guida con il telefono in mano ed uno senza la copertura assicurativa, al quale è stata anche sequestrata l’autovettura.

Un automobilista è stato fermato a bordo di una macchina con targa straniera e identificato per un cittadino di origini albanesi residente da tempo nel Comune di Bettona; per tale motivo gli veniva contestata la violazione dell’art. 93 comma 1 bis e 7 bis del Codice della Strada introdotto dal Nuovo Decreto Sicurezza. Oltre al pagamento della sanzione pari a 498 euro, veniva disposto il sequestro amministrativo dell’autovettura.

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Lavastoviglie pulita e profumata, ecco i rimedi naturali

  • Grande Fratello 2019, vince la concorrente umbra Martina Nasoni

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Quando iniziano i saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Tragico incidente stradale a Ponte Valleceppi, muore l'imprenditore perugino Massimo Bendini

  • Perugia, follia al Pronto Soccorso: familiare di un paziente aggredisce e colpisce in faccia un infermiere

  • Città di Castello, marito e moglie scomparsi: la ricerca finisce in tragedia, trovati morti

  • Incidente stradale a Castiglione del Lago, due feriti

  • Città di Castello, coppia di francesi scompare nel nulla: ricerche in corso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento