Il Capodanno 'negato', il Sindaco boccia la proposta della Pro loco: "Dobbiamo aiutare i ristoratori"

Ad intervenire è Attilio Allegretti, referente Lega Nord Umbria per la Valnerina

“Dopo due mesi vissuti tra la paura e il disagio per il terremoto, il sindaco di Monteleone di Spoleto, Marisa Angelini, vuole impedire ai cittadini di festeggiare tutti insieme il capodanno”. Ad intervenire è Attilio Allegretti, referente Lega Nord Umbria per la Valnerina. “Dopo mesi passati a gestire l’emergenza del terremoto – spiega – dopo mesi di disagi, paura e rinunce, la cittadinanza di Monteleone di Spoleto aveva espresso la necessità di poter festeggiare tutti insieme la notte di capodanno. La Pro Loco, quindi, ha chiesto al sindaco di poter organizzare la cosa nella sala polivalente (ex Comune), ma il suo rifiuto è stato netto”.

"Un evento di aggregazione come questo, a costo zero, poteva essere la cosa più opportuna e più bella in un momento come questo di forte difficoltà, anche per dare ai cittadini, che non possono permettersi un cenone al ristorante, di divertirsi e stare insieme agli altri. Senza considerare poi – conclude Allegretti – che durante l’anno la Pro Loco è sempre disponibile in forma gratuita a cucinare e gestire la sala per gli eventi che organizza il Comune o altri enti.

" La Pro Loco di Monteleone-conclude- presentata la richiesta di organizzare il capodanno nella struttura polivalente, ha avuto come risposta dal sindaco Angelini: “non è possibile bisogna aiutare i ristoratori”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • Arresti per 'ndrangheta, la cosca perugina faceva paura: "Basta una mia parola e si pisciano addosso"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento