Platani giganti davanti alla chiesa di Elce, il parroco: "Se non li taglia il Comune, faremo da soli"

“Sono anni che sollecitiamo la potatura di questi enormi platani davanti alla chiesa. Ma il Comune non ha mai dato seguito alla richiesta”

“Se quei platani non li taglia il Comune, lo faremo da soli, a nostre spese”, dice dall’altare il parroco di San Donato all’Elce. E precisa: “Sono anni che sollecitiamo la potatura di questi enormi platani davanti alla chiesa. Ma il Comune non ha mai dato seguito alla richiesta”.

Il fatto è di un’evidenza cristallina. Quelle piante sono diventate gigantesche e impattanti. Producono una quantità enorme di fogliame che, dall’autunno all’inverno, invade il sagrato e lo tappezza letteralmente di scivolosa materia vegetale. Costituendo, insieme, una bruttura e una potenziale fonte di pericolo per quanti – specialmente anziani – frequentano le liturgie e corrono il rischio di   perdere l’equilibrio su quel pattume.

C’è addirittura un platano che supera di una quindicina di metri l’altezza della chiesa: per potarlo occorre un’attrezzatura speciale e costosa. Ma qualcuno dovrà pur farlo, perché da troppo tempo è lasciato senza un minimo di controllo ed è veramente colossale. Il Comune non risponde? Faremo da soli. Ma c’è un ‘però’: nessuno ha facoltà di mettere mano a una proprietà pubblica (anche a fin di bene) senza le necessarie autorizzazioni.“E noi abbiamo chiesto il permesso al Comune. Spero che ce lo conceda. Poi faremo tutto a nostre spese”. Meglio di così.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Scontro tra auto e camion sulla E45, automobilista salvo per miracolo: mezzo distrutto

  • Follia sul treno: ha il biglietto, ma picchia lo stesso il controllore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento