Picchia l'anziana madre e la deruba dell'intera pensione per comperarsi la droga, in manette

Operazione dei Carabinieri di Città di Castello che hanno arrestato un pregiudicato 36enne che scontava una precedente condanna tramite la messa alla prova con lavori di pubblica utilità

Deruba l'anziana madre della pensione per comperarsi la droga. I Carabinieri di Città di Castello mettono fine all'incubo della donna, fatto di calci, pugni e minacce, arrestando il figlio, un pregiudicato di 36 anni in esecuzione di un’ordinanza emessa dall’autorità giudiziaria di Perugia.

Le voci sui maltrattamenti sull'anziana donna avevano già attivato i Carabinieri di Città di Castello che hanno verificato che il 36enne, con problemi di tossicodipendenza e altri di natura giudiziaria, sempre collegati al mondo della droga, pretendeva metodicamente quasi l’intera pensione. La donna aveva provato a protestare, sostenuta anche da alcuni parenti, ma l'uomo l'avrebbe minacciata e picchiata in più occasioni, facendo anche cadere a terra la madre. Episodi che la donna non ha mai voluto denunciare per proteggere il figlio.

L’ultimo episodio avvenuto qualche giorno fa, però, non è sfuggito ai Carabinieri i quali hanno denunciato il 36enne all’autorità giudiziaria perugina che ha prontamente disposto sia la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e sia il suo collocamento immediato in carcere revocandogli il beneficio della messa in prova al servizio sociale che il pregiudicato stava scontando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento