Viabilità ridotta e giardini, ecco l'idea di una nuova e più sana Piazza Grimana

Presentata nell'aula magna dellUniversità per Stranieri la proposta per un nuovo progetto per Piazza Grimana, incontro organizzato dall'associazione 'Per Perugia e oltre' ideatrice dell'idea per una nuova piazza

Dopo la rabbia e le proteste nasce una proposta per una nuova piazza Grimana, una nuova idea che ridia lustro a quella che è una delle zone chiave del centro storico, per i turisti, studenti e cittadini, troppe volte, nell'ultimo periodo, teatro di episodi di microcriminalità. La proposta è stata presentata ieri (mercoledì 2 ottobre) a palazzo Gallenga, sede dell’università per Stranieri di Perugia, grazie all'associazione 'Per Perugia e oltre', con lo scopo di riqualificare e confrontarsi su un deciso cambio di rotta.

L'incontro è stato moderato dal rettore della stranieri Giovanni Paciullo che ha sottolineato l'importanza della piazza, del suo essere legata per la vita all'Università: "In questo momento di seria difficoltà abbiamo bisogno di risposte, il progetto che viene presentato oggi riteniamo sia una risposta adeguata, un modo per dimostrare che siamo in campo in maniera concreta, l'università in questa piazza vive il suo destino e ora siamo davanti ad una scelta".

Il progetto presentato è stato realizzato da una squadra di architetti e alcuni giovani laureati ed è pensato per una visione più moderna della Piazza, per un nuovo modo di viverla, con una viabilità alternativa per l'intera zona: "Il progetto è stato consegnato al sindaco il 3 luglio scorso - ha riferito Saverio Ripa di Meana, presidente di Per Perugia e Oltre -, questo è stato solo un 'dono di servizio' reso alla città perché non commissionato, né pagato. Oggi lo sottoponiamo all'attenzione dei cittadini per un confronto di proposte e critiche".

Il problema maggiore relativo ad una revisione della piazza è proprio la sua difficile viabilità, sarebbe infatti improponibile, come venuto fuori ieri sera, la completa pedonalizzazione, il progetto propone invece un collegamento stradale dall’uscita di via Pinturicchio a via Ulisse Rocchi, con un nuovo schema di transito, con nuovi e più piccoli mezzi pubblici. Praticamente, via il traffico e l'ipotesi vorrebbe una riqualificazione della zona campo da Basket in un giardino pubblico che sia in contrapposizione alla parte monumentale dell'Arco.

L'idea è stata bene accolta dalle molte associazioni e comitati presenti, ma anche dalla fondazione Perugiassisi2019, che ha deciso d'inserire il progetto nelle idee per la candidatura evitando però di metterlo a budget visti i costi sconosciuti. Questo, come sottolineato più volte dagli interventi dei cittadini, non può certo essere un punto di arrivo, perché il percorso è difficile e tortuoso, ma deve assolutamente diventare un trampolino per la riqualificazione di uno spazio pubblico con la partecipazione di istituzione e cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento