Pusher sfida la Polizia: tenta di sfondare porta del presidio dopo evasione dai domiciliari

Più volte arrestato e nell'ultima occasione denunciato per aver violato gli obblighi di dimora la sera, ha voluto così reagire e sfidare gli agenti recandosi di notte nel posto fisso. Tra minacce, pugni e calci alla porta. Ecco la storia

Ha tentato di sfondare la porta a vetri del posto fisso di Polizia in Piazza Danti sferrando calci, pugni e urlando con tanto di minacce verso gli agenti. Poi si è dato subito alla fuga. Il fatto è avvenuto intorno alle 1 del sei marzo scorso e il protagonista un marocchino di 26 anni che ha sfidato la Polizia dopo i numerosi arresti subiti e l'ultima denuncia per violazione degli obblighi di dimora. Benché la sua “impresa” non abbia determinato danni visibili, ad un certo momento  il giovane deve essersi comunque ritenuto soddisfatto, tanto da allontanarsi lungo via Ulisse Rocchi.

Lo straniero è stato fermato in via Pozzo Campana. Gli agenti, notando alcune escoriazioni alle mani del marocchino e i suoi vestiti macchiati di sangue, hanno chiesto spiegazioni e il 26enne ha cercato di giustificarsi dicendo di esser stato appena aggredito. La sua versione, ovviamente, non ha convinto gli operatori, che perciò hanno condotto M.B. in Questura, dove, visionando le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Posto di Polizia, hanno avuto la certezza che fosse proprio lui il responsabile dell’episodio.

A suo carico è scattata una denuncia per tentato danneggiamento aggravato e per offesa al di un corpo amministrativo e una segnalazione all’Autorità giudiziaria per la nuova violazione dell’obbligo di dimora; ha l’obbligo di permanere nella propria abitazione la sera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento