Furti in serie e cittadini spaventati a Pianello, lettera al prefetto e sindaco: 'Temiamo per la nostra incolumità'

"I furti sono stati effettuati a danno di decine di abitazioni. Viviamo in una situazione assurda, che va monitorata e fermata subito"

Una piaga continua che fa paura, che crea sospetti e che limita persino la vita sociale - si esce di meno per proteggere la casa, la proprietà -. Stiamo parlando dei furti in abitazione che, stando alle denunce e ai comitati sulla sicurezza in Prefettura, sono triplicati negli ultimi anni. Il fenomeno non ha risparmiato nessun territorio della provincia di Perugia, ma i comuni più colpiti sono: Gualdo, Gubbio, Valfabbrica, l'area Nord di Perugia, parte di Assisi e Bastia, la prima periferia di Foligno, Torgiano. 

Ci sono tentativi e furti quasi tutti i giorni e colpiscono non tanto un singolo obiettivo ricco - la classica rapina in villa modello commando - ma i predoni - bande vere e proprie - tentano di fare cassa svaligiando abitazioni in serie, in pochi minuti e cercando oggetti di valore e soldi. Un bottino che può essere monetizzato falcilmente, in poco tempo e senza piazzarlo nei centri della ricettazione internazionale. Una delle frazioni perugine più colpite è certamente Pianello, frazione divisa a metà tra Perugia e Assisi. 

Una situazione talmente difficile ed esasperata che ha spinto cittadini e associazioni (di volontariato, sportive e ricreative) a scrivere due lettere di aiuto al sindaco Andrea Romizi e al Prefetto di Perugia Sgaraglia. Obiettivi: manifestare preoccupazione e chiedere maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine, a seguito dei numerosi e ripetuti furti che, nelle ultime settimane, hanno colpito la frazione e il territorio seminando rabbia e paura tra i residenti. 

“Mai come ora – hanno evidenziato nella lettera, firmata da Circolo Arci di Pianello, Proloco di Pianello, Polisportiva di Pianello, Velo Club Pianello, Pro.Te.So Pianello, Centro Socio Culturale di Pianello, A.S.D. Giovanile Arna – il nostro paese è stato oggetto di simili episodi di criminalità. I cittadini sono angosciati, temono per la propria incolumità e per i propri beni". 

"I furti sono stati effettuati a danno di decine di abitazioni private, in alcuni casi letteralmente svaligiate di soldi e preziosi. Viviamo in una situazione assurda, che va monitorata e fermata subito. Chiediamo al sindaco Romizi e al prefetto Sgaraglia di farsi carico del problema, rafforzando le attività di controllo e vigilanza del territorio, con una maggiore presenza delle forze dell’ordine, per prevenire e contrastare in modo più attivo ed efficace un problema sempre più insistente e dannoso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

  • Mariano Di Vaio, l'influencer-imprenditore che fattura milioni: nuova sede a Perugia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento