Guerra dei rifiuti a Perugia, colpo di scena: revocato lo sciopero di luglio

Una stringata nota di Gesenu annuncia il dietrofront dei sindacati: raccolta operativa il 6 e 7 luglio

E tregua sia. Nella guerra dei rifiuti a Perugia irrompe la pace. E lo fa con una nota stringata dell’ufficio stampa di Gesenu. Oggetto: revoca dello sciopero del 6 e 7 luglio.
Questo il testo: “In riferimento alla controversia in atto con Gesenu Spa che ha visto le organizzazioni sindacali regionali dell'Umbria Fp-Cgil, Fit- Cisl E Uil Trasporti, congiuntamente alla rsu aziendale, proclamare in data 26/06/2015 ulteriori due giornate di sciopero per le date del 06 e del 07 luglio a seguito del negoziato avvenuto nei giorni scorsi tra le parti, che ha prodotto un verbale di intesa sottoscritto in data 03/07/2015, le stesse strutture sindacali hanno revocato lo sciopero precedentemente indetto”.
Insomma, scrivono da Gesenu, visto che l’accordo sembra si trovato, “i servizi di igiene urbana nel Comune di Perugia non subiranno pertanto alcuna interruzione e saranno integralmente garantiti come di consueto”. La domanda a questo punto muta: parliamo di pace, ma è armata?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento