"Voglio tornare a casa prima di Natale", clandestina si fa rimpatriare dalla Polizia

La donna, 55 anni, si è presentata in Questura per autodenunciarsi: accontentata e riportata in Patria

Vuole tornare a casa, in Ucraina, prima di Natale. Così si presenta in Questura, a Perugia, e si autodenuncia come clandestina. Gli agenti la accontentano e la rimpatriano.
La donna, 55enne, ucraina ha raccontato di essere arrivata in Italia circa 10 anni fa con regolare visto per lavoro subordinato e aveva ottenuto il rinnovo del permesso di soggiorno con il quale aveva lavorato come badante. Poi ha vissuto in clandestinità per due anni. I poliziotti le hanno organizzato il viaggio di ritorno in Patria e ieri, dopo la notifica di un provvedimento di espulsione per clandestinità, hanno provveduto ad accompagnarla all’aeroporto di Fiumicino per un volo per Kiev. Non potrà rientrare in Europa per 5 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento