A Perugia istituito L'Angolo della Gentilezza: vestiti e oggetti gratis per chi ha bisogno

Un progetto fortemente voluto dai Rotary. Accessibile giorno e notte e completamente autogestito.

Si chiama L'Angolo della Gentilezza il nuovo luogo di sostegno per i giovani, per le famiglie e per gli anziani che non hanno reddito o che pur lavorando o avendo una piccola pensione non riescono ad arrivare a fine mese. Un luogo, ricco di oggetti, vestiario e altro ancora, completamente autogestito - non c'è personale o volontari - dove prendere quello di cui si ha bisogno, o dove donare quello che non si usa piú o ciò che si acquistato per alimentare la solidarietá.

L'Angolo della Gentilezza si trova a Porta Pesa, una struttura  discreta, accessibile giorno e notte, fortemente voluto e ideato dal Distretto Rotaract 2090  - con il sostegno degli altri club perugini - e patrocinato dal Comune.  Un luogo, dunque, dove prendere ciò di cui si ha bisogno senza doverlo chiedere, dove la generosità di chi dona incontra la necessità di chi, per dignità o per imbarazzo, non riesce a chiedere aiuto o a bussare alla porta di associazioni che svolgono questo tipo di servizio.

AlbertVerdese, presidente del Rotaract Trasimeno, ha spiegato come questo luogo sia fondamentale per quelle persone che per paura di uno stigma sociale o per pregiudizi non vogliono rivolgersi alle associazioni cittadine predisposte. Ha inoltre aggiunto: “ Abbiamo così pensato di creare questo angolo in modo che chi vuole può donare una coperta o un cappotto e dall'altro lato chi ne ha necessità può usufruirne liberamente. Nel creare questo progetto sono emerse le energie più belle e profonde di questa città una fra tutte Stella Cerasa, rappresentante Caritas, che da tempo si occupa del servizio mensa. Doniamo quindi questo spazio alla città per due mesi sperando che con il suo cuore lo sappia tutelare e rispettare e d'altro lato deve rappresentare un momento di riflessione e gioia dove si riscopre la bellezza del dono.”

All'inaugurazioneè intervenuta Edi Cicchi, Assessore alle politiche sociali del comune di Perugia: ”Ciascuno è arrivato con un piccolo dono e questo assume tanti significati tra cui quello di aver cura delle persone più fragili e questo credo sia il tema fondamentale. L'altro aspetto è quello legato alla gentilezza, oggigiorno non siamo più abituati a dire grazie prego scusa, purtroppo queste parole non sono più di moda e allora in questo contesto l'angolo della Gentilezza ci deve far riflettere sul fatto che siamo comunque persone e che dobbiamo aver cura del prossimo e dei luoghi. Questo spazio in autogestione all'interno della città deve rimanere curato e rispettato perché rappresenta il senso del dono.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Incidente sul raccordo Perugia-Bettolle: schianto tra due auto a Ferro di Cavallo

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento