La denuncia: "Il sottopasso di Pieve di Campo è abbandonato a se stesso"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di denuncia di Gino Goti che accende i riflettori sullo stato disastrato del sottopasso che unisce Pieve di Campo e Ponte San Giovanni

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di denuncia di Gino Goti che accende i riflettori sullo stato disastrato del sottopasso che unisce Pieve di Campo e Ponte San Giovanni, a Perugia.

****

"Potrebbe sembrare, vista dal satellite, un tormentata strada di Kabul o di qualche città al confine tra Siria e Iraq colpita dai bombardamenti. Invece si tratta della via di accesso all'attuale e unico sottopasso pedonale che unisce Pieve di Campo a Ponte San Giovanni: è un breve tratto, in salita o in discesa a seconda della direzione di marcia di pedoni e automobili, cosparso di buche profonde, fitte e pericolose. Un pericolo costante soprattutto per le persone anziane, per i bambini, per i disabili e per le carrozzine con bambini a bordo portati dalle mamme nel vicino parco di via Stoppani, ancora in attesa di essere custodito da qualcuno. Durante l'ultima marcia Perugia-Assisi, questa comoda scorciatoia corridoio è stata molto transitata, ma i partecipanti oltre alle buche si sono trovati di fronte a mucchi di cartacce sul corridoio pedonale che corre sopraelevato rispetto al via Pieve di Campo. Certo Ponte San Giovanni e Perugia non ci ha fatto una bella figura, ma la situazione e lo stato delle cose, è rimasta ancora tale e quale.

Se pensiamo che in America in un mese hanno ricostruito 150 metri del famoso ponte Golden Gate dopo un terremoto, cascano proprio le braccia dalla disperazione e i residenti si chiedono: “ma dove sono finiti gli stradini che con coscienza e presenza costante e attiva riuscivano a tenere in ordine strade e zone limitrofe solo con pala, falce fienaia, rastrello, zappa e vanga?” Si è parlato tempo fa di dedicare una serata agli “stradini” ancora in vita, per conoscerli, per gratificarli e per carpire loro qualche recondito segreto da trasferire a chi, oggi, è, o dovrebbe essere, preposto alla manutenzione delle strade, di qualsiasi strada".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Ordinanza Umbria-Marche: via libera alla mobilità tra comuni di confine tra le due regioni

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 26 maggio: un nuovo positivo su 1097 tamponi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento