Perugia non perderà lo straordinario cavallo di Paolo Ballerani: resterà alla Paolina

Perugia non perderà lo straordinario cavallo di Paolo Ballerani, vera attrattiva della Rocca del Sangallo. È così che Ballerani e il buon senso hanno vinto insieme “L’ultima crociata”, che è poi il titolo profetico di quella mostra eccezionale, impostata a quattro mani con Mauro Tippolotti. Il cavallo era sul punto di essere smontato. Lo avevamo annunciato con tristezza, mista a rabbia. Non perché l’Inviato Cittadino e Perugia Today avessero qualcosa di personale da tutelare, ma per lo scandalo che una decisione insensata stava suscitando nella civitas perusina. Dunque, stamattina Paolo e i suoi collaboratori stavano portando via le opere meno ingombranti, ma non avevano iniziato a disfare il cavallo poiché la squadra era impegnata nello smontaggio della mostra in Galleria Nazionale. Appena finito il lavoro là, sarebbero scesi alla Rocca Paolina per lo smontaggio del mastodonte.

È stato scritto “Caso è il nome di Dio quando non voleva firmare” ed è proprio da dire “hic digitus Dei est”. Infatti, forse anche a seguito dei nostri servizi che riferivano un malumore generalizzato una diffusa communis opinio, una serie di contatti fra amministratori ha sciolto il nodo gordiano, liberandosi da una sicura figuraccia. Qualche telefonata concitata fra sindaco e assessore, poi la decisione: il cavallo deve restare. Sta di fatto che, poco dopo le 11, si è presentata in mostra una funzionaria del Comune di Perugia ed ha annunciato la lieta novella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Fermi tutti: non smontate l’equino. Lo farete appena ne sarà decisa la collocazione”. Che è prevista in una zona prossima alle case dei Baglioni, in uno spazio di grande passaggio. Bene per l’arte, per la città, per l’appeal della Rocca Paolina. Ma quanta fatica! Meno male che repetita iuvant.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento