Il cellulare appoggiato sul letto esplode, neonata rischia di morire nell'incendio

Paura in un appartamento di Ponte San Giovanni. Mamma e neonata ricoverate in ospedale

Tragedia sfiorata a Perugia. Il cellulare poggiato sul letto esplode, innescando un principio di incendio, e una neonata di soli tre mesi rischia di morire. Il tempestivo intervento della mamma della piccola, che al momento dell'incendio si trovava in cucina per preparare il biberon, ha praticamente evitato la tragedia.

La madre, come riferisce una nota dell'ufficio stampa dell'ospedale, aveva  lasciato il cellulare sul letto ed è stata messa in allarme dal rumore dello scoppio dello stesso. La donna è subito corsa nella stanza dove si trovava anche la nonna della bambina. Le fiamme avevano già avvolto la coperta e il materasso del letto matrimoniale dove si trovava la bambina, ma la donna è riuscita a portare in salvo la piccola.

Scattato l'allarme con richiesta di intervento del 118, bambina  e mamma sono state trasportati  in ospedale per un principio di  intossicazione da monossido di carbonio. La piccola viene tenuta in osservazione dai sanitari della struttura di Pediatria ed i medici  di servizio Stefania Ceppi e Edoardo Farinelli hanno proceduto al monitoraggio della attività respiratorie. La giovane mamma, di origine nord-africana, da 13 anni residente a Perugia, ha riferito ai carabinieri della stazione di Ponte San Giovanni intervenuti per un sopralluogo, di aver acquistato il cellulare  una decina di mesi fa, senza che lo stesso avesse evidenziato problemi di sorta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento