Scie chimiche, il "Comune di Perugia frettoloso" e la petizione contro il patrocinio

Una "antenna" del Cicap incontra il sindaco Romizi, il "caso" del convegno alla Sala dei Notari si ingigantisce

Di fatto, volenti o nolenti, è diventato un caso. Perugia torna sotto i riflettori per qualcosa che non ha nulla a che fare con la droga (si spera): le scie chimiche. Già. E stiamo dicendo sul serio. Così capita che la rivista ufficiale del Cicap stili “il punto della situazione” sul convegno della discordia alla Sala dei Notari che vanta il patrocinio del Comune e il marchio di Perugia capitale italiana dei giovani 2016. Scrivono i giornalisti di Query: “Un breve sguardo ai relatori toglie qualsiasi dubbio sull’orientamento del convegno: si tratta di personaggi noti dell’attivismo anti-chemtrails, convinti sostenitori dell’esistenza delle scie chimiche e della loro dannosità. E questo, in aperto contrasto con il punto di vista scientifico, secondo cui si tratta in realtà di una bufala, più volte smentita anche in sedi ufficiali”. Insomma, capolavoro.

E già che ci sono, quelli del Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze spediscono una loro “antenna” (no, non è una battuta) a incontrare il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Scrive la rivista Query: “Stefano Allegrucci ha incontrato il Sindaco Andrea Romizi a Palazzo dei Priori, per manifestare le sue perplessità sulla vicenda. Il Sindaco si è detto preoccupato delle proteste della comunità scientifica e si è dichiarato fondamentalmente d’accordo con la posizione del CICAP, pur ammettendo la sua difficoltà a ritirare il patrocinio frettolosamente concesso. Ha anche manifestato la sua disponibilità a promuovere e sostenere un convegno serio su questo e altri temi analoghi; a breve rilascerà un comunicato stampa per esprimere la sua posizione ufficiale in merito”.

Il Cicap attende fiducioso, ma l’apertura di credito per organizzare “seriamente” un incontro resta comunque valida. Intanto, come se non bastasse, su Change.org spunta la petizione per il ritiro del patrocino. Obiettivo da raggiungere: 100 firme. Scrivono i promotori nella descrizione: “Il 23 aprile si svolgerà a Perugia il Convegno Nazionale sulle scie chimiche patrocinato dal Comune di Perugia. Il patrocinio del comune e la concessione della Sala dei Notari, utilizzata per importanti eventi culturali quali il festival del giornalismo, rappresentano un momento bassissimo per la città e per quanti credono che la scienza non sia un'opinione. Con questa petizione chiediamo il ritiro del patrocinio da parte del Comune”. Incredibile: dalle scie chimiche si è arrivati subito alla bufera. E’ bastato pochissimo.

Potrebbe interessarti

  • Occhio ai falsi amici della dieta: i cibi insospettabili che non fanno dimagrire

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Grande Fratello 2019, la vincitrice Martina Nasoni: "Dovrò operarmi di nuovo al cuore"

I più letti della settimana

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Maltempo in provincia di Perugia, alberi in fiamme, tante cadute, incendi boschivi: i comuni più colpiti

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Tragico incidente a Castiglione del Lago, schianto tra una moto e un camion: Luca muore a 37 anni

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Terremoti, il sismologo Padre Martino in Cina: "Fratture di faglie conseguenti a trivellazioni e nucleare"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento