Tenta di sbarcare all'aeroporto di Perugia senza visto, 35enne respinta alla frontiera

Fermata e rispedita a casa appena ha messo piede in Umbria. Ieri sera, martedì 16 giugno, i poliziotti dell'aeroporto San Francesco hanno adottato il provvedimento di respingimento alla frontiera di una cittadina ucraina di 35 anni

Fermata e rispedita a casa appena ha messo piede in Umbria. Ieri sera, martedì 16 giugno, i poliziotti dell'aeroporto San Francesco hanno adottato il provvedimento di respingimento alla frontiera di una cittadina ucraina di 35 anni.

Alle 19, nell’ ambito dei controlli per i passeggeri in arrivo da Tirana, gli agenti hanno notato la donna che aveva esibito un documento di identità munito di visto di ingresso in area Schengen per 30 giorni. Dai riscontri alla Banca Dati delle forze di Polizia gli agenti sono risaliti ai movimenti della donna: la giovane era partita da Fiumicino per Tirana qualche giorno fa, dopo avere soggiornato in Italia per più di un mese e quindi non poteva ulteriormente soggiornare legittimamente in Italia. Pertanto le è stato imposto di tornare in Albania con lo stesso aereo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

  • Truffa del gratuito patrocinio, bufera su alcuni avvocati perugini

Torna su
PerugiaToday è in caricamento