Controlli a tappeto al Percorso Verde, arrestato pusher di coca: le dosi nascoste nel freno a mano dell'auto

Alla vista degli agenti ha spiegato di abitare da uno zio, di cui non sapeva dare né nome né indirizzo. Sorpreso in auto con la cocaina, per lui è scattato l'arresto

Spacciatore fermato e arrestato al Percorso Verde dagli agenti della Volante. I poliziotti, insospettiti da un giovane all’interno di un’auto parcheggiata in un luogo appartato,  si sono avvicinati per procedere a un normale controllo. Il conducente, identificato per un 28enne albanese senza precedenti, stava inviando alcuni messaggi dal suo telefono cellulare e alla vista dei poliziotti ha spiegato di abitare da uno zio di cui però non ha saputo fornire nessuna indicazione: né nome, né indirizzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti hanno così deciso di perquisire l’auto del 28enne, scoprendo che all’interno della cuffia del freno a mano nascondeva una busta con nove involucri di cocaina. Addosso aveva invece trecento euro in contanti. Accompagnato in Questura per tutti gli accertamenti, il suo passaporto ha evidenziato timbri di ingresso nel territorio nazionale per tre mesi, alla scadenza dei quali faceva nuovamente rientro nella nazione di origine, per poi tornare ancora in Italia.  Per lui è scattato l’arresto per detenzione di droga ai fini di spaccio. All’esito dell’udienza di convalida è stata disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, salgono a 14 le vittime: nella notte è deceduto in ospedale un 59enne

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino medico regionale del 22 marzo: 522 contagiati, 16 le vittime accertate

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

Torna su
PerugiaToday è in caricamento