Pedofili a caccia su internet, l'allarme: "Genitori, non pubblicate le foto dei figli sul web"

Scatta l'allarme pedoporongrafia sui social network. Secondo le ultime ricerche si tratta di un fenomeno in crescita sul internet, in particolare nel dark web: nel 2016 due milioni le immagini censite, quasi il doppio rispetto all'anno precedente. Il campanello d'allarme arriva dal Garante  della privacy, Antonello Soro, che ha affrontato il tema nella Relazione annuale al Parlamento: "Fonte involontaria sarebbero i social network in cui genitori postano le immagini dei figli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Soro, la tutela della privacy come strumento "indispensabile" nella lotta al terrorismo: “Dopo l'11 settembre – ha concluso il Garante della privacy - il rapporto tra libertà e sicurezza è cambiato, ma i fatti hanno dimostrato come di fronte alle nuove minacce, la privacy sia non solo possibile, ma addirittura indispensabile per rendere le attività di contrasto più risolutive, perché meno massive e quindi orientate su più congrui bersagli. Per far sì che nella lotta al terrorismo siamo più efficaci, non meno liberi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Non rispetta le norme anti Covid-19, multato parrucchiere e negozio chiuso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento