L'affare d'oro dei passaporti falsi per sbarcare in America: nessun ritorno in libertà per i tre indagati

Nessun ritorno in libertà per i tre indagati nell’ambito dell’inchiesta sul giro di passaporti falsi per entrare negli Stati Uniti. Il gip Lidia Brutti ha rigettato le istanze di revoca delle misure cautelari avanzate dalla difesa

Immagine di repertorio

Nessun ritorno in libertà per i tre indagati nell’ambito dell’inchiesta sul giro di passaporti falsi per entrare negli Stati Uniti. Il gip Lidia Brutti ha rigettato le istanze di revoca delle misure cautelari avanzate dalla difesa perché sussisterebbe il pericolo di inquinamento delle prove.

Restano dunque ai domiciliari il titolare di un'agenzia di viaggi nel folignate (difeso dagli avvocati Giovanni Maccabei e Giovanni Picuti)  e il suo socio (avvocati Stefano Bordoni e Alessandro Stefanetti) il terzo indagato (difeso dall'avvocato David Zaganelli) resta invece in carcere. Per loro l’accusa è di associazione finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Secondo le indagini avrebbero favorito l'ingresso negli Stati Uniti di decine di albanesi, falsificando i passaporti. Tutto questo dietro un corrispettivo di 20mila dollari a "documento".

Secondo quanto ricostruito dall’operazione, l'albanese sarebbe stato colui che forniva i passaporti (alcuni rubati, altri direttamente clonati in Albania) e con la complicità dei due gestori dell'agenzia, avrebbero permesso ai cittadini albanesi, desiderosi di poter ottenere un visto, il recupero di un passaporto falso per eludere la frontiera e raggiungere gli Stati Uniti. Questo, dietro un pagamento di 20mila dollari, dove l'ultima trance sarebbe stata saldata una volta arrivati in America. Qui, dopo aver ottenuto il visto tramite i passaporti falsi, continuavano la loro permanenza nel territorio da clandestini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Si schianta con la moto in superstrada e il mezzo prende fuoco, ferito motociclista

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 30 giugno: un nuovo positivo, aumentano i ricoverati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento