Benedetto XVI ad Assisi, Guasticchi: "E' una forte emozione"

Il Santo Padre è arrivato questa mattina ad Assisi, città di San Francesco e il presidente della Provincia di Perugia, Guasticchi esprime tutta la sua emozione per l'incontro con il Pontefice

Marco Vinicio Guasticchi

Marco Vinicio Guasticchi commenta a caldo l'arrivo di Benedetto XVI ad Assisi, dove si sta svolgendo l'incontro interreligioso di preghiera per la pace nel mondo voluto da Giovanni Paolo II.

"E’ un’emozione fortissima vivere questa giornata memorabile che segna un evento straordinario". Questo è stato il commento a caldo da parte del presidente della Provincia di Perugia, Guasticchi che ha potuto stamani salutare il Pontefice al suo arrivo nella città di San Francesco".

"L’incontro interreligioso- ha continuato Guasticchi- che si celebra oggi ad Assisi è rivolto con grande carisma e altissima spiritualità alle coscienze di tutti i credenti e non credenti del mondo nel nome di quella assoluta umiltà di cui San Francesco d’Assisi ha vestito la sua persona terrena e che la Chiesa di oggi, il suo Pastore Benedetto XVI, ha voluto riconfermare e riproporre all’impegno dell’uomo contemporaneo, senza distinzione di fede, senza separazioni storico-culturali, dando all’umanità il solo obiettivo di provvedere a se stessa come a un corpo unico che, nell’universo, non deve più soggiacere a disuguaglianze, sperequazioni, divisioni fra umili e potenti, esasperazioni della ricchezza dei pochi contro la povertà dei molti".

L’affermazione è del presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi nella giornata di visita del Santo Padre Benedetto XVI ad Assisi in occasione del 25° anniversario del primo incontro interreligioso di preghiera per la pace nel mondo voluto dal beato Giovanni Paolo II. 

“La cultura, l’economia, la politica stessa – aggiunge il presidente della Provincia - non possono non sentire il forte richiamo che un impegno tanto grande, provenendo dalle più alte istanze spirituali del pianeta che parlano con una voce sola dal Colle del Paradiso di Assisi, porta con sé. L’amministrazione di un’istituzione che, come la Provincia di Perugia, ha un rapporto diretto e quotidiano con la comunità e la società di cui, nel luogo storico della sua identità nazionale, ha piena responsabilità, cerca di richiamarsi quanto più può, nella concretezza della propria organizzazione e della propria azione, al principio che si colloca alla base dell’incontro interreligioso di oggi, 27 ottobre 2011"
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Picchia la moglie e la chiude a chiave in casa, ammonimento del questore per un marito violento

  • Cronaca

    Due caprioli morti nel Menotre a Pale, intervento dei Vigili del fuoco di Foligno

  • Cronaca

    Pugni in faccia al cassiere dopo il furto, arrestato per rapina a Spoleto

  • Eventi

    Maggio dei libri 2019, 150 studenti si incontrano a Solomeo per "L’importanza del leggere"

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • No alle dimissioni della Marini, malore per la Presidente: corsa all'ospedale di Pantalla

  • Camion in fiamme sul raccordo Perugia-Bettolle, traffico in tilt

  • Inchiesta sanità, il consiglio regionale respinge le dimissioni di Catiuscia Marini

Torna su
PerugiaToday è in caricamento