Il dipendente comunale avanza di grado ma senza requisiti: municipale nella bufera, due rinviati a giudizio

Rinviati a giudizio dal gup sia il comandante della Municipale che il dipendente. Operavano nel comune di Panicale. Non luogo a procedere per l'ex sindaco pro - tempore Luciana Bianco

Abuso d'ufficio per due nel comune di Panicale. A finire sotto la lente d'ingrandimento della Procura di Perugia sono Domenico Verga, responsabile dell'area vigilanza Polizia Municipale e Commercio dei comuni associati di Panicale e Paciano e un dipendente comunale, Mauro Mencarelli, per i quali il gup Piercarlo Frabotta ha stabilito che sarà il vaglio dibattimentale ad accertare le loro posizioni. Non luogo a procedere invece per Luciana Bianco, ex sindaco pro - tempore del comune di Panicale.

Al centro dell'accusa, sostenuta dal pm Paolo Abritti, ci sarebbe un incarico affidato al dipendente comunale che, da ausiliario del traffico, avrebbe assunto quello di ausiliaro del traffico per l'espletamento di servizi di polizia stradale ma " senza il rispetto degli adempimenti di natura concorsuale/amministrativa/organizzativa. In pratica, secondo la procura, la sua carica sarebbe stata conferita illecitamente in quanto sarebbe stato omesso di stabilire - in base alle disposizioni di legge del "Regolamento di esecuzione e attuazione del codice della strada" - "l'organizzazione, le procedure per lo svolgimento di corsi di preparazione e qualificazione per sostenere gli esami di idoneità per l'espletamento dei servizi di polizia stradale".

Il dipendente comunale, già Ausiliario del traffico, avrebbe poi formato un'istanza indirizzata sia al Comune di Panicale che al responsabile della polizia municipale, per richiedere il conferimento della qualifica, insieme all'attestazione del superamento del corso interno di preparazione, con tanto di comferma dei requisiti da parte del Responsabile, Domenico Verga.

Quello che il pm contesta è l'arbitraria attribuzione al dipendente della qualifica, consentendogli così , in difetto dei requisiti, di svolgere funzioni di categoria superiore. Il gup ha stabilito per i due imputati il rinvio a giudizio e per loro il processo inizierà il 25 febbraio 2020 davanti al secondo collegio del tribunale di Perugia. Il Comune di Panicale si è costituito parte civile con l'avvocato Massimo Rolla; i due imputati sono difesi dagli avvocati Stefano Gallo e Massimo Rossini, l'avvocato David Brunelli per Luciana Bianco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento