Record overdose: a Perugia rispunta l'ipotesi delle "stanze del buco"

I radicali hanno chiesto ufficialmente al Consiglio regionale di istituire delle narco-sale e dei laboratori in strada per verificare la pericolosità della droga acquistata. I dati della strage droga

Il record delle overdosi mortali a Perugia - una ogni 15 giorni - e l'aumento esponenziale dei "serviti" dai Sert umbri hanno riacceso il dibattito su come fronteggiare e arginare questi fenomeni legati al mercato clandestino e criminale della droga. C'è chi chiede maggiore repressione  e chi invece come i Radicali - in testa il segretario nazionale Mario Stederini che ha firmato la proposta con la segretaria locale Liliana Chiaramello - puntano su proposte all'insegna della riduzione del danno alle persone assuntori e non solo. 

La richiesta dei Radicali si basa sull'istituzione di narco-sale (per qualcuno le cosiddette sale del buco) dove "i cittadini tossicodipenentipossano assumere le sostanze comprate al mercato nero criminale in condizioniigienico-sanitarie decorose e sotto controllo medico" e sulle strade il servizio di pill test: ovvero camper attrezzati che analizzano le droghe sintentiche per verificarne la composizione. Insomma proposte destinate a far riflettere ma di difficile attuazione anche perchè sia il Pd e il Pdl non hanno nessuna intenzione di rischiare di perdere una parte rilevante di un elettorato moderato, cattolico o conservatore che non accetta la riduzione del danno. 
 
"Chiediamo al Consiglio Regionale - hanno scritto i radicali umbri -  di non archiviare, come è successo per gli anni precedenti, i dati e le proposte che vengono dall’Assessorato Sanità ma di interagire con gli uffici regionali e gli operatori sanitari per incardinare nuovi strumenti per tutelarela vita dei cittadini tossicodipendenti e per aumentare la sicurezza e la vivibilità delle città umbre". 
 
DATI SULLA DROGA - 3 morti per overdose nel 2011 in Umbria; 178 persone che hannorischiato di morire per overdose; il 57% dei cittadini deceduti non era noto aiSert; il Sert di Perugia è passato in 15 anni da 450 a 780 utenti (fonte:relazione dell’Assessorato regionale Sanità al Consiglio Regionaledell’Umbria).
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento